RC AUTO FAMIGLIARE

20.02.2020

Il 24 dicembre 2019 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge Fiscale (cioè la legge 19 dicembre 2019, n. 157 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili"), il quale con l'art. 55 bis ha introdotto un'importante modifica all'art. 134, comma 4 bis, del Codice delle Assicurazioni Private in materia di assegnazione delle classi di merito bonus - malus. Successivamente, all'interno del Decreto Legge Milleproroghe (cioè il D.L. 30 dicembre 2019, n. 162), pubblicato il 31 dicembre 2019, è stato inserito l'art.12, comma 4, il quale ha prorogato al 16 febbraio 2020 l'entrata in vigore di tale disposizione. Di seguito riportiamo il nuovo testo dell'articolo 134, comma 4 bis, del CAP, in vigore dal 16 febbraio 2020 (salvo ulteriori proroghe): L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto e in tutti i casi di rinnovo di contratti già stipulati, purché in assenza di sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi cinque anni, sulla base delle risultanze dell'attestato di rischio, relativi a un ulteriore veicolo, anche di diversa tipologia, acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato e non può discriminare in funzione della durata del rapporto garantendo, nell'ambito della classe di merito, le condizioni di premio assegnate agli assicurati aventi le stesse caratteristiche di rischio del soggetto che stipula il nuovo contratto. Infine, Ivass ha pubblicato il proprio Provvedimento n. 95 del 14 Febbraio 2020, con il quale adegua la disciplina di settore integrando il disposto del proprio Provvedimento n. 72 del 16 Aprile 2018 concernente i criteri di individuazione e le regole evolutive della classe di merito universale.

Le principali novità normative

Finora, le agevolazioni previste dalla c.d. "Legge Bersani" venivano applicate solo in caso di acquisto di un ulteriore veicolo della stessa tipologia di quello di riferimento. Il Decreto Fiscale apporta alcune innovazioni:

-estende anche ai rinnovi la possibilità di utilizzare la migliore classe di merito nell'ambito del nucleofamiliare, ma solo se tali rinnovi riguardano contratti con attestati di rischio completi e privi di sinistricon responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi 5 anni, più l'anno in corso;

-estende anche ai contratti relativi ad altre tipologie di veicolo i benefici della migliore classe di merito,ad esempio permettendo di collocare in classe di merito CU 1 un autocarro avvalendosi dell'attestato di rischio di una autovettura o di un motociclo in classe di merito CU 1.